Rete mondiale di preghiera: p. Fornos, centinaia di migliaia di persone “invisibili” che “portano avanti la missione della Chiesa”

Papa Francesco crede nella forza della preghiera. È convinto – lui che chiede di continuo: “Per favore, non dimenticatevi di pregare per me” – che la preghiera e, in particolare, quella di intercessione sia essenziale per la missione della Chiesa. Per questo ha “rigenerato” la rete dell’Apostolato della preghiera, oggi Rete mondiale di preghiera, terza rete sociale del Pontefice, dopo Twitter (@Pontifex) e Instagram (@Franciscus). Lo scrive padre Frédéric Fornos sull’ultimo numero de La Civiltà Cattolica in uscita sabato 1° giugno. Nell’articolo l’autore descrive il lungo processo di aggiornamento dell’Apostolato della preghiera, nato con i gesuiti in Francia, nel 1844, come impegno a partecipare alla mis­sione della Chiesa nella vita quotidiana, promuovendo la devozione al Sacro Cuore di Gesù. Lo scorso 20 gennaio, alla vigilia della Gmg di Panama, il Pontefice ha annunciato in occasione dell’Angelus: “Vorrei presentarvi la piattaforma ufficiale della Rete mondiale di preghiera del Papa: Click To Pray. Qui inserirò le intenzioni e le richieste di preghiera per la missione della Chiesa”. Il 28 e il 29 giugno prossimi la  Rete celebrerà i suoi 175 anni con più di 6.000 persone – di 52 delegazio­ni – provenienti dal mondo intero. P. Fornos ne specifica metodologia, linguaggi e strumenti comunicativi adottati e si sofferma in particolare sul “Video del Papa” con il quale il Pontefice stesso propone ogni mese le intenzioni di preghiera per tutta la Chiesa. Oggi, scrive il gesuita, il compito della Rete è “pregare e agire per le sfide dell’umanità espresse nelle intenzioni di preghiera del Papa. Ciò non è possibile senza entrare nella dinamica spirituale del Cuore di Gesù”. Questa rete di preghiera, “soprattutto parrocchiale e popolare, è composta da centinaia di migliaia di persone ‘invisibili’: persone che non compaiono nei media, ma che con la loro generosità, con la loro fede profonda e con l’offerta della vita e della preghiera portano avanti la missione della Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo