Giornata senza tabacco: Rapporto nazionale 2019, “in Italia non diminuisce il numero di fumatori, ma calano le sigarette consumate al giorno”

“In Italia non diminuisce il numero dei fumatori anche se cala il numero di sigarette mediamente consumate al giorno: sono 11,6 milioni gli amanti delle bionde, più di un italiano su cinque. Gli uomini sono 7,1 milioni e le donne 4,5 milioni”. Sono dati del Rapporto sul fumo 2019, che sarà presentato domani all’Istituto superiore di sanità (Iss) in occasione della Giornata senza tabacco, organizzata ogni anno il 31 maggio dall’Oms. L’edizione 2019 è dedicata al tema “Tabacco e salute dei polmoni”, una giornata di riflessione globale sui rischi associati al fumo. Secondo il Rapporto, “le fumatrici sono aumentate soprattutto nelle regioni del Sud Italia: sono quasi il doppio rispetto alle fumatrici che vivono nelle regioni centrali e settentrionali (il 22,4% al Sud e isole contro il 12,1% al Centro e il 14% al Nord)”. Alto è il consumo tra i ragazzi: “Oltre la metà dei giovani fumatori tra i 15 e 24 anni fuma già più di 10 sigarette al giorno e oltre il 10% più di 20”. Secondo l’indagine dell’Iss “un fumatore maschio su 4 è un forte fumatore, fuma cioè più di un pacchetto al giorno. Quasi la metà delle donne fuma tra le 10 e le 20 sigarette al giorno”. A questi fumatori si aggiungono “i consumatori di nuovi prodotti. L’1,7% consuma e-cig e l’1,1% fa utilizzo di tabacco riscaldato. I nuovi prodotti tuttavia non cambiano la prevalenza dei fumatori di sigarette che diventano nella maggior parte dei casi consumatori duali, utilizzano cioè sia le sigarette tradizionali che i nuovi prodotti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo