Diocesi: Aversa, si chiude il ciclo “Il Vangelo dell’arte”

Giungerà a compimento mercoledì 5 giugno 2019 alle ore 20.00, nella chiesa di San Michele Arcangelo alla Ferrovia di Aversa, “Il Vangelo dell’arte”, percorso a tappe con padre Jean Paul Hernandez, ideato e organizzato dal Vicariato urbano di Aversa allo scopo di approfondire la fede attraverso l’arte. La terza e ultima tappa intitolata “Si può sentire Dio?” presenterà una lettura del dipinto della “Pentecoste”, realizzato da Sebastiano Conca e recentemente restituito alla collettività dopo il restauro.
In questo anno pastorale, sotto l’impulso del vescovo mons. Angelo Spinillo, la diocesi ha voluto proseguire la sua riflessione sulla trasmissione della fede “di generazione in generazione” aprendosi maggiormente ad un orizzonte missionario: i parroci e i sacerdoti di Aversa, dunque, hanno voluto proporre alla comunità ecclesiale cittadina un percorso di catechesi che ha segnato i momenti più forti dell’anno liturgico. “Accogliendo l’invito di Papa Francesco, che in Evangelii gaudium ci aveva già stimolati a valorizzare la via pulchritudinis (via della bellezza), si è scelto di valorizzare il nostro ricco patrimonio artistico come contesto e luogo di ispirazione per gli incontri catechetici – si legge in un comunicato della diocesi -. Con l’aiuto di p. Hernández, gesuita della rete Pietre vive che da circa un decennio promuove in diversi paesi la catechesi attraverso l’arte, ci siamo posti in ascolto, in accoglienza di quella ‘buona notizia’, quel Vangelo che la nostra arte sacra rappresenta”.
Il percorso ha avuto inizio con la prima tappa, “Si può vedere Dio?”, vissuta il 12 dicembre – in tempo di Avvento – nella chiesa di San Francesco; nel tempo di Quaresima, il 2 aprile, la chiesa dell’Annunziata ha fatto da sfondo al secondo incontro dal titolo “Si può afferrare Dio?”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo