Aperti al Mab: le iniziative della diocesi di Trapani

Sarà inaugurata il 3 giugno, presso l’Archivio storico diocesano di Trapani (ore 9.30) la mostra “Tra carte e libri: storie di santi e peccatori nella Trapani dal XVI al XIX secolo”. L’evento, nato dalla collaborazione tra archivio e biblioteca diocesana, sarà l’occasione per presentare alla città la realtà Mab (Museo, Archivio, Biblioteca) della diocesi, progetto di coordinamento dei tre poli culturali di maggior rilievo della chiesa trapanese dando risalto al ruolo specifico di ciascuna istituzione ma in relazione con l’altra (in diocesi, tra l’altro, le tre istituzioni hanno un direttore unico, don Liborio Palmeri, e un team di professionisti specializzati nelle aree di riferimento). L’iniziativa si terrà nel corso della settimana nazionale “Aperti al Mab” promossa dal 3 al 9 giugno dall’Ufficio nazionale Cei per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto. Saranno esposte pubblicazioni e testimonianze relative ai processi di beatificazione di Fra Santo da San Domenico, suor Innocenza Riccio e altri trapanesi distintisi per santità di vita e di costumi, rari e inediti documenti su eventi miracolosi, censure e scomuniche e carte dei processi civili e criminali tratte dal prezioso archivio del Tribunale ecclesiastico. Come scriveva il vescovo Domenico Amoroso nella promulgazione del decreto sulle virtù eroiche del venerabile Fra Santo da San Domenico, emanato da Papa Giovanni Paolo II il 13 maggio 1989: “I santi non appartengono al passato: sono vivi tra noi come intercessori e soprattutto come modelli, aiutandoci a scoprire il vero senso della vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo