Aperti al Mab: le iniziative della diocesi di Sessa Aurunca

“Segni di storia. Aperti al Mab 2019, Settimana di valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici” è il nome della settimana di eventi culturali che la diocesi di Sessa Aurunca promuove nell’ambito del progetto nazionale “Aperti al Mab. Musei archivi biblioteche ecclesiastici” promosso dall’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Cei (3-9 giugno). Martedì 4 giugno un incontro con gli studenti delle scuole superiori per approfondire la conoscenza dei fondi documentari presenti nell’Archivio storico diocesano ‘G. M. Diamare’ e visite guidate nei locali dell’archivio e della biblioteca ‘Leone XIII’. Il 5 giugno, presso la Basilica di Santa Maria Incaldana di Mondragone, si terrà la presentazione del libro “Basiliche e Santuari, un cammino millenario” che raccoglie testi sintetici ma rigorosamente scientifici per evidenziare le bellezze architettoniche, storico – artistiche di luoghi di fede e di devozione. Il 6 giugno l’approfondimento su “Gli archivi parrocchiali dalla conservazione alla fruizione, tra privacy e valorizzazione”, un focus per favorire sempre più di una migliore fruibilità e maggiore valorizzazione della memoria di una comunità; venerdì 7 giugno, dalle 20 alle 24, cinque i siti aperti per “La lunga notte delle Chiese”: visite guidate, spettacoli musicali e reading biblici. La settimana si concluderà domenica 9 giugno nella Chiesa dei Santi Rocco e Martino in Falciano del Massico con la presentazione delle opere dell’arte dell’artista contemporaneo Marco Papa. Tra gli ospiti ai diversi panel il vescovo Orazio Francesco Piazza; Giuseppe Battaglia, Soprintendenza archivistica e bibliografica della Campania; don Valerio Pennasso, direttore del suddetto Ufficio Cei.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo