Polonia: vescovi a Jasna Gora, “affermiamo la volontà di costruire una nuova Europa”

“Qui a Jasna Gora, al cospetto di Maria, nostra Madre e Regina, riaffermiamo la salda volontà di costruire una nuova Europa” ha detto oggi il presidente dei vescovi polacchi e arcivescovo di Poznan, Stanislaw Gadecki, nell’omelia durante la liturgia celebrata nella festa di Maria Regina di Polonia al santuario di Czestochowa. Il presule ha richiamato i cristiani “a tralasciare le ideologie utopistiche e a iniziare, con coraggio ed entusiasmo, l’opera volta a ristabilire non tanto le passate strutture socio-politiche ma il piano iniziale del Creatore”. “La Chiesa – ha proseguito Gadecki – può offrire all’Europa il bene più prezioso che nessun’altro possa portarle: la fede in Gesù Cristo, fonte della speranza che mai delude; quel dono che sta alla base dell’unita spirituale e culturale dei popoli europei e che oggi, e nel futuro, può contribuire in modo fondamentale al loro sviluppo e integrazione”. Il presidente dei vescovi polacchi ha dedicato una parte della sua omelia alla critica del processo volto allo “smontaggio dei valori, in Europa e nel mondo”, attualmente in atto, nonostante “la caduta dei miti che sostengono l’ideologia del postmodernismo” e richiamandosi alle immagini dell’Apocalisse, ha affermato che “anche se, al giorno d’oggi il Drago sembri invincibile, sarà sempre Dio il più forte, facendo vincere l’amore sull’odio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo