Diocesi: Roma, il Centro missionario ricorda domani il gesuita p. Frans van der Lugt, ucciso cinque anni fa in Siria

“Non vedo musulmani o cristiani, ma esseri umani”. È il titolo dell’incontro che si terrà domani sera, alle 20.15, all’Oratorio del Caravita a Roma. Il Centro missionario diocesano di Roma, in collaborazione con le associazioni Arché e Finestra sul Medio Oriente, organizza una serata per ricordare il gesuita padre Frans van der Lugt, ucciso il 7 aprile 2014 in Siria. A cinque anni dall’omicidio del gesuita che per quasi mezzo secolo ha operato nella comunità di Homs per promuovere la comprensione e il dialogo tra cristiani e musulmani, una serie di testimonianze, intrecciate a momenti di preghiera, ne ricorderanno la figura e la testimonianza. Relatori della serata saranno mons. Paolo Lojudice, arcivescovo eletto di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino, padre Chihade Abboud, rettore della basilica di S. Maria in Cosmedin, e don Stefano Cascio, parroco di S. Bonaventura a Torrespaccata. All’organizzazione dell’incontro partecipano anche le parrocchie S. Innocenzo I Papa e S. Guido vescovo, S. Agnese, la Fondazione Giovanni Paolo II per la cooperazione e sviluppo e la Comunità missionaria Villaregia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa