Comunicazioni sociali: Roma, il 4 giugno incontro nella chiesa degli Artisti con don Maffeis, Ruffini, Foa, Cazzullo. il Premio Paoline a mons. Frisina

Nel contesto della 53ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, il 4 giugno, alle 18.30, a Roma, presso la basilica di Santa Maria in Montesanto (chiesa degli Artisti, in piazza del Popolo), si terrà un incontro promosso dall’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi di Roma e dalle Paoline comunicazione e cultura onlus, con il patrocinio del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede e dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei.
Dopo il saluto di don Ivan Maffeis, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali Cei, si confronteranno sul tema del Messaggio “‘Siamo membra gli uni degli altri’ (Ef 4,25). Dalle social network communities alla comunità umana”) Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede; Marcello Luigi Foa, presidente della Rai; Aldo Cazzullo, scrittore ed editorialista del Corriere della Sera. Modererà la giornalista Benedetta Rinaldi. Concluderà il dibattito don Walter Insero, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi di Roma. “Prenderemo spunto dal messaggio del Santo Padre – anticipa don Insero – e rifletteremo sull’importanza del vivere e creare relazioni nell’odierno contesto comunicativo. Ci interrogheremo su come passare dall’essere rete al fare rete, dalle communities alle comunità”.
Durante l’incontro verrà assegnato il Premio comunicazione e cultura Paoline 2019 a mons. Marco Frisina, compositore e direttore di coro e orchestra. Il riconoscimento va “a un artista – sottolinea suor Teresa Braccio, responsabile del Segretariato internazionale di comunicazione Figlie di San Paolo – che ha saputo donare il suo straordinario talento per una musica che unisce vita e spiritualità, favorisce l’incontro con il Signore e promuove la comunità umana come ambiente di relazione e prossimità”. Durante l’incontro il Coro della diocesi di Roma, fondato da Frisina nel 1984, eseguirà alcuni brani dell’autore. “Il Premio Paoline comunicazione e cultura – spiega suor Braccio – è inserito nelle iniziative della Settimana della comunicazione. Viene conferito, con cadenza annuale a quelle persone o associazioni che si segnalano per aver dato la migliore espressione con la vita, con un’opera o una attività, al messaggio del Papa per la Giornata delle comunicazioni sociali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa