Sinodalità: Luciani, “da riforma della mentalità a quella strutturale della Chiesa”

“Oggi pensiamo di dover andare verso la riforma strutturale della Chiesa. A tal fine, abbiamo tenuto due convegni nelle scorse settimane. Uno a Puebla, cioè il Terzo incontro iberoamericano all’Università Iberoamericana di Puebla. E un altro convegno a Madrid, nella sede della Fondazione Paolo VI”. Lo scrive, in un intervento per il Sir, il teologo venezuelano Rafael Luciani, coordinatore del Gruppo iberoamericano di teologia e membro dell’équipe teologico-pastorale del Celam.
“Quest’anno – prosegue Luciani – abbiamo, dunque, riunito più di 80 teologi e teologhe, pastori e canonisti, appartenenti a più di 30 Facoltà di Teologia dell’America Latina, Spagna, Italia e Stati Uniti, per lavorare insieme sul tema della sinodalità nella vita della Chiesa. Con questi incontri stiamo offrendo contributi concreti per avanzare nella riforma della Chiesa. Pertanto, abbiamo coinvolto membri del cosiddetto C9, il Consiglio dei cardinali che supporta il Santo Padre, e altre persone che hanno responsabilità nel governo della Chiesa e nella realizzazione del prossimo Sinodo Panamazzonico, che si terrà nell’ottobre di quest’anno. Il tema della sinodalità è tornato a risuonare con forza in questi giorni all’assemblea del Celam (Consiglio episcopale latinoamericano) a Tegucigalpa”.
Secondo il teologo questa è l’ora di passare dalle riforma della mentalità alla riforma strutturale e istituzionale della Chiesa, seguendo quello che il Papa ha detto: “Il cammino sinodale è il cammino che Dio si aspetta dalla Chiesa del terzo millennio”. Per questo, “il nostro apporto va nella linea di cercare nuove modalità di partecipazione ecclesiale di tutti e di tutte, sia nei processi di discernimento sia nel prendere le decisioni, in funzione della missione della Chiesa, secondo il classico principio per il quale ciò che riguarda tutti dev’essere affrontato e approvato da tutti. Prossimamente pubblicheremo nuovi documenti sul sito; saranno inoltre disponibili alcuni video, che potranno essere usati nelle comunità e nelle scuole di teologia, per continuare ad approfondire il cammino della sinodalità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa