Venezuela: manca carburante in tutto il Paese. Allarme della Caritas: “Così si spegne quello che resta della sicurezza alimentare”

Code che possono durare anche un’’intera giornata, e non sempre con buon esito. Sta scarseggiando sempre di più in Venezuela il carburante. La situazione appare particolarmente grave nello Stato del Táchira, nella zona occidentale del Paese, ai confini con la Colombia. Ma la scarsità di benzina si sta in realtà allargando a tutto il Venezuela e alla stessa capitale Caracas. Si stima che l’80% dei trasporti nel Paese sia attualmente paralizzato.
Una situazione destinata a riversarsi ancora una volta sulle fasce più deboli della popolazione, come segnala via twitter Susana Raffalli, nutrizionista della Caritas venezuelana.
“Per la mancanza di carburante – scrive Raffalli – resteranno paralizzate le automobili delle agenzie umanitarie, i camion con il latte pronti a recarsi nelle fabbriche di formaggio, le barche dei piccoli pescatori, i produttori che devono far arrivare i loro prodotti al mercato, chi porta il pasto ai detenuti e ai ricoverati negli ospedali”.

Perciò, scrive ancora l’operatrice in un altro tweet, la mancanza di carburante rischia di “spegnere progressivamente quel che resta della sicurezza alimentare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa