Scuole paritarie: Ancona, per l’Istituto “Maestre Pie Venerini” all’orizzonte “nessuna chiusura, previsto un grande rilancio”

Non c’è all’orizzonte la prospettiva della chiusura della scuola paritaria delle “Maestre Pie Venerini” di Ancona, “anzi, dal prossimo anno è previsto un rinnovamento che servirà a rilanciare tutta la nostra realtà scolastica”. A spiegarlo, smentendo le notizie circolate in questi giorni, è suor Maria Pucciarelli, da tempo alla guida dello storico Istituto. “La nostra scuola è la più antica della città, affonda le radici nel carisma educativo di santa Rosa Venerini e ha cresciuto tante generazioni di ragazzi e ragazze”. “Ora – aggiunge –, dopo tanto tempo, è necessario un rinnovamento, che sarà comunque saldamente legato alle nostre origini e alla nostra storia, ma che potrà servire a rendere l’Istituto ancora più vitale nella gestione interna, e ancora più aperto e accattivante per quanti si vogliono avvicinare alla nostra realtà”. “Le suore Maestre Pie Venerini – garantisce sr. Pucciarelli – continueranno ad essere presenti nella struttura, svolgendo ruoli di insegnamento e di accompagnamento degli studenti e apertura alla arcidiocesi e alla società. Sarà assicurata anche la continuità didattica, con la conferma degli insegnanti già presenti. E, quel che più conta, sarà conservato lo stile educativo proprio di santa Rosa Venerini, basato sul rispetto per le regole, sul senso del dovere, sull’importanza dell’impegno, come pure sul rispetto e l’amore verso l’altro, l’accoglienza, l’umiltà, l’autenticità, cercando di appassionare i ragazzi alla vita, facendone comprendere la ricchezza e la bellezza. Così come sarà conservato il nostro intento di avvicinare i ragazzi alla dimensione spirituale, nonché ad uno sguardo critico sulla realtà, sulla complessità del nostro mondo”. Oltre ai previsti lavori di ammodernamento della struttura, sono in programma iniziative per migliorare la pubblicizzazione dell’Istituto e il consolidamento della gestione burocratica interna. “Il tutto – spiega sr. Pucciarelli – mediante il prezioso aiuto della cooperativa ‘Il Picchio’, da anni attiva sul territorio, che affiancherà le suore e gli insegnanti della scuola”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa