Pedofilia: don Di Noto (Meter), “nei primi quattro mesi del 2019 è stata sporta denuncia contro pubblicazione di 6 milioni di foto. Ma tutto rimane impunito”

Nei primi quattro mesi di quest’anno è stata sporta denuncia contro la pubblicazione di 5.826.458 foto e 102.630 video pedopornografici di inenarrabile contenuto. Il dato è stato reso noto quest’oggi dall’associazione Meter onlus. “Le denunce, migliaia – dichiara don Fortunato Di Noto -, non sembrano avere seguito a causa della evidente indifferenza da parte dei responsabili e anche per la mancanza di collaborazione di server provider che, a volte, si limitano a rimuovere i contenuti, ma non forniscono elemente alle autorità giudiziarie per identificare i responsabili, che non sono affatto limitati ad uno sparuto numero di perversi. Non è più tollerabile tale impunita pedocriminalità”. I contenuti pedopornografici rinvenuti da gennaio ad aprile da Meter nel web e nel deepweb sono stati immediatamente segnalati a diverse Polizie, sia italiana sia estere, e a numerosi server provider, chiedendo la reale collaborazione e cooperazione alle varie autorità delle rispettive nazioni, per stroncare questo traffico illecito. Il materiale contro cui Meter ha sporto denuncia contiene milioni di abusi sessuali già avvenuti sui minori. L’età dei bambini, che sono stati verificati, è tra i tre e i sette-dieci anni, in situazioni di schiavitù sessuale perpetrata e continuata. “Quando parliamo di foto e video – sottolineano gli operatori di Meter –, è bene precisare che sono milioni i bambini abusati sessualmente, sia nel passato sia di recente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa