Solidarietà: Unicef, un lascito salva la vita di migliaia di bambini, al via in tutta Italia incontri informativi

Fare un lascito solidale all’Unicef “non rappresenta solo un gesto di solidarietà, ma anche di speranza e altruismo che può salvare la vita di migliaia di bambini in tutto il mondo”. Lo afferma Francesco Samengo, presidente dell’Unicef Italia, sottolineano il valore di “un gesto alla portata di tutti che si può concretizzare anche in modo semplice”. Per questo, l’Unicef, in collaborazione con il Consiglio nazionale del notariato, ha organizzato quattro eventi informativi sul tema dei lasciti sociali e sui risvolti pratici. Gli incontri si terranno a Trento il 24 maggio, a Ravenna il 28, a Bologna il 29 e a Cagliari il 6 giugno.
“Fare un lascito non significa ledere i diritti intangibili dei propri eredi”, precisa Gianluca Abbate, consigliere nazionale del notariato con delega al sociale e al Terzo Settore, evidenziando che “chi intende compiere un gesto di altissimo valore umano può scegliere di destinare anche solo una minima parte della quota disponibile del proprio patrimonio in favore di enti no profit o, in ogni caso, con fini di solidarietà senza ledere la quota di legittima che la legge italiana prevede per i familiari più stretti”. I lasciti solidali, ricorda l’Unicef, si trasformano in “vaccini, acqua sicura, alimenti terapeutici per la lotta alla malnutrizione, programmi legati all’istruzione, all’acqua, all’igiene, sostegno psicologico per tanti bambini vittime di abuso, sfruttamento, guerre e povertà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo