Processo ai Francescani: prosciolti i tre frati imputati. L’Ordine “si riserva ogni valutazione a seguito della lettura del provvedimento”

La Casa generalizia, ente appartenente all’Ordine dei Frati minori francescani (Ofm), “prende atto” della decisione emessa oggi dal Tribunale penale di Milano, con la quale il giudice del dibattimento ha prosciolto i tre imputati frate Giancarlo Lati, ex economo della Casa generalizia, frate Renato Beretta, ex economo della Provincia di Lombardia San Carlo Borromeo dei Frati minori, e frate Clemente Moriggi, ex economo della Conferenza dei ministri provinciali dei Frati minori d’Italia. I tre frati erano imputati in concorso tra loro del delitto di appropriazione indebita aggravata in relazione a gravi ammanchi collegati alla consegna di liquidità, per svariati milioni di euro, a un broker finanziario abusivo. Le contestate irregolarità, riguardanti il patrimonio degli Enti, erano state scoperte mediante indagini interne a seguito dell’insediamento dei nuovi Organi di vertice, e confluite in esposti presentati alle Autorità inquirenti a partire dal dicembre 2014. I tre Enti si erano costituiti parti civili nel processo, avviato lo scorso settembre contro i tre ex economi a seguito del vaglio del Gip di Milano: “La formula del dispositivo letto oggi in aula esplicita che la decisione è determinata dalla prescrizione dei reati maturata nel tempo decorso dai fatti contestati dal pubblico ministero fino al maggio 2011. La Casa generalizia – conclude la nota – si riserva ogni valutazione a seguito della lettura della motivazione del provvedimento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo