Pastorale salute: riabilitazione. Bazzoni (Agenas), “mai più viaggi della speranza. Più centri al Sud con sostegno degli ospedali del Nord”

“Non vorrei più sentir parlare dei cosiddetti ‘viaggi della speranza’. Vorrei che i cittadini rimanessero nelle loro regioni per avere una prestazione sanitaria perché c’è chi può pagare e spostarsi al Nord e chi no”. Lo ha detto, oggi, Giacomo Bazzoni, presidente della Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), intervenendo sul tema “Babele della riabilitazione” alla sessione dedicata alla disabilità, all’interno del convegno nazionale della Pastorale della salute, promosso dalla Cei a Caserta. “Oggi – ha aggiunto – la regione Lombardia deve ancora ricevere 800 milioni di euro dalle altre regioni ma non li riavrà”. Come risposta a questo problema, il presidente dell’Agenas sposa l’ipotesi avanzata dal ministro della Salute, Giulia Grillo, di creare delle strutture al Sud con il sostegno dei grandi ospedali del Nord: “Per far crescere il tessuto e dare una possibilità a tutti i cittadini. Non è più ammissibile che si debbano spostare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo