Economy of Francesco: Bruni, “una grande festa dei giovani con il Papa per l’economia, attesi almeno 500 giovani”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Una grande festa dei giovani con il Papa per l’economia”. Così Luigino Bruni, ordinario di economia politica all’Università Lumsa e consultore del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, ha definito l’evento “Economy of Francesco”, in programma ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020, presentato oggi presso la Sala Stampa della Santa Sede. “Sono attesi almeno 500 giovani, metà imprenditori sotto i 35 anni e metà studiosi di dottorato nelle università di tutto il mondo, compreso quelle ebraiche”, ha anticipato Bruni, sottolineando la presenza di molte donne nel Comitato preparatorio: “Economia è una parola femminile, e le donne hanno uno sguardo diverso su di essa rispetto ai maschi”. “I giovani incontreranno Papa Francesco per un patto che possa cambiare questo mondo”, ha spiegato l’economista citando il 15 marzo 2019, “data storica che ha inserito nel pensiero della storia dell’economia del mondo il pensiero dei ragazzi”, grazie al contributo di Greta Thunberg. “Assisi è da sola un messaggio”, ha sottolineato inoltre Bruni, ricordando che “san Francesco è stato sicuramente l’iniziatore di un pensiero diverso sull’economia: oggi è impensabile un’economia sostenibile che non sia da subito un’ecologia. Non è possibile occuparsi di povertà senza l’ambiente, e viceversa. Senza i francescani non avremmo avuto l’economia di mercato”. “Stiamo ricevendo lettere da persone di tutto il mondo”, ha reso noto il professore: “Già da ora è possibile iscriversi, e da giugno si potrà fare domanda per avere una borsa di studio”. Tra le novità: un Premio per l’economia, che sarà una giuria di giovani ad assegnare.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo