“Mezzanotte del Mezzogiorno”: vescovi metropolia Benevento, a giugno “Forum amministratori Campania” per riscattare territori più emarginati

“Occorre ripartire da un dialogo sincero che apra nuove progettualità, inaugurare una diversa concezione di sviluppo armonico. La questione delle aree interne – piccoli Comuni con in media 150072000 abitanti – non può essere più confinata ad appendice di svogliati dibattiti politici e culturali, perché la distanza dal resto della Campania e del Paese rischia di diventare incolmabile”. Lo sottolineano i vescovi della metropolia di Benevento, Felice Accrocca, arcivescovo di Benevento, Arturo Aiello, vescovo di Avellino, Domenico Battaglia, vescovo di Cerreto Sannita-Sant’Agata de’ Goti-Telese, Pasquale Cascio, arcivescovo di Sant’Angelo de’ Lombardi-Nusco-Bisaccia, Sergio Melillo , vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia, Riccardo Luca Guariglia, abate di Montevergine, nella lettera-documento “Mezzanotte del Mezzogiorno”, presentata stamattina alle ore 12.30, nella Sala Verde del palazzo arcivescovile di Benevento. Secondo i presuli, si deve “lavorare a costruire una svolta nei rapporti e nelle relazioni istituzionali, avviando un confronto umile e sincero in grado di favorire una partecipazione che sia finalmente sottrazione di egoismi”.
Di qui l’invito “a condividere un momento di crescita comunitaria con il primo Forum degli amministratori campani” (24-25-26 giugno a Benevento), per “attivare sinergie capaci di promuovere l’interesse comune: un’opportunità per porsi tutti a ‘lezione del territorio’, anzi ‘dei territori’, al fine di gemellare le povertà e renderle occasione di riscatto nella dimensione unitaria di un rinnovato impegno sociale e spirituale”. Sarà l’occasione, spiegano i vescovi, per “ipotizzare cammini, individuare piccoli, ma concreti obiettivi da raggiungere a vantaggio delle realtà territoriali più emarginate di questa parte di Paese”.
I vescovi della metropolia beneventana chiedono anche “una conversione mentale”, “quella dell’incontro, che solo può portare soggetti diversi a confrontarsi per analizzare insieme, pensare insieme un progetto globale, realizzare insieme quanto insieme si è progettato”. “Qui – concludono -, dove sembra essere scoccata la ‘mezzanotte del Mezzogiorno’, siamo tutti chiamati a cercare concordemente le soluzioni migliori per vedere sprazzi di maggiore luce”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa