Giulia di Barolo: suor Sarcià (Sant’Anna), “tutte siamo frutto di un dono generativo passato anche attraverso la coppia”

(da Torino) “Se c’è comunione, se c’è unità possiamo continuar a far vivere questo carisma di Giulia Colbert e Carlo Tancredi di Barolo nell’oggi della nostra Torino, nell’oggi del nostro mondo tanto travagliato”. Lo ha detto questa mattina a Torino suor Francesca Sarcià, madre generale delle Suore di Sant’Anna, congregazione fondata dai coniugi Barolo, durante i saluti iniziali del convegno “Giulia di Barolo, un carisma per oggi. La generatività è il genio femminile nella Chiesa e nella società”, organizzato dall’Opera Barolo nel palazzo omonimo. Presente anche mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino. Suor Sarcià – che venerdì ha partecipato a Roma all’incontro con Papa Francesco – ha detto di portare un sentimento di gratitudine “perché qui si parla di carisma, non è un incontro semplicemente culturale. È bello stare tra le mura di questo palazzo dove è germinato un carisma voluto dallo Spirito Santo. Tutte noi siamo frutti di questo dono, di questa generatività, che può trasformarsi ma che rimane nei secoli. Un carisma che si è incarnato in Giulia e poi nella coppia tra Giulia e Tancredi, attraverso la loro unione”, ha concluso suor Francesca.
A proposito del carisma di Giulia ha portato il saluto anche suor Franca Barbieri, madre generale delle Figlie di Gesù Buon Pastore, congregazione fondata da Giulia di Barolo: “‘Carità sempre subito’ è il dono che la nostra fondatrice ci ha lasciato. Dobbiamo generare sempre nuove strade di testimonianza cristiana per il bene di tutta la società”, ha concluso suor Franca.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia