Argentina: visita ad limina dei vescovi della provincia di Buenos Aires. Con il Papa “incontro di profonda fraternità e dialogo”

Si è tenuto ieri l’incontro tra Papa Francesco e il secondo gruppo di vescovi argentini, questa settimana a Roma per la visita ad limina. Dopo che la settimana scorsa era toccato al primo gruppo di pastori, in questi giorni la visita ha riguardato i vescovi della provincia di Buenos Aires. Al termine della messa celebrata sulla tomba di san Pietro apostolo, presieduta da mons. Oscar Ojea, vescovo di San Vicente e presidente della Conferenza episcopale argentina, i vescovi argentini si sono recati nel Palazzo apostolico per l’udienza con Francesco, all’inizio della quale mons. Ojea ha rivolto al Santo Padre un fraterno messaggio. I vescovi hanno riferito che l’incontro si è tenuto in un clima di “profonda fraternità e dialogo“. Al primo posto, ha detto il Papa, ci dev’essere la predicazione del Vangelo e accompagnare le persone, i bambini, i giovani le persone più bisognose. Dal Papa è arrivato anche un invito a essere particolarmente vicini ai sacerdoti, chiamati a essere soprattutto uomini di preghiera
Durante l’incontro con il Papa ciascuno ha trasmesso al Santo Padre la realtà della propria diocesi. Si è parlato, soprattutto, del significato di “continuare a lavorare per una cultura dell’incontro nel nostro Paese”. Francesco ha poi esortato i vescovi a continuare a lavorare per la questione ecologica. Ha commentato al termine dell’incontro mons. Gabriel Barba, vescovo di Laferrere e presidente della Commissione episcopale per la comunicazione sociale: “E’ stato un incontro molto significativo. Abbiamo visto un Papa realmente giovane, nonostante la sua età, audace, vitale, sintonizzato sull’oggi, attento, intelligente e molto felice di condividere questo incontro con noi. Siamo stati con lui per più di due ore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia