Uruguay: vescovi in vista delle elezioni, tra le priorità vita, famiglia, educazione, povertà e lavoro

Un invito alla difesa della vita dal concepimento fino alla morte naturale, di fronte all’alto numero di aborti che vengono realizzati nel Paese; alla promozione della donna nella sua peculiarità; a una particolare attenzione per la famiglia, minacciata da visioni di persona e sessualità che la minacciano fino alla distruzione; a una visione di educazione basata sulla libertà e sul principio di sussidiarietà. E’ quanto viene rivolto dalla Conferenza episcopale dell’Uruguay (Ceu), in un messaggio intitolato “Tempo di elezioni, tempo di speranza”, diffuso al termine dell’assemblea plenaria svoltasi a Florida. Inoltre, il messaggio, pur sottolineando il miglioramento degli indicatori economici e le politiche redistributive del Governo, denuncia che ci sono ancora parti della popolazione che non possono accedere a livelli di vita degna. Da qui la necessaria attenzione da dedicare alla coesione sociale, alla sicurezza e al lavoro, soprattutto nel mondo rurale, “per le conseguenze dello spopolamento della campagna”. Dopo un ulteriore richiamo al rispetto per l’ambiente, i vescovi concludono con un auspicio, che la campagna elettorale si svolga in un clima di pace e di “rispetto vicendevole”. I vescovi, nel corso della loro assemblea, hanno parlato anche del recente incontro in Vaticano sulla tutela dei minori e del Congresso eucaristico nazionale previsto per il 2020, con la consacrazione del Paese alla Vergine dei Trentatré, patrona dell’Uruguay.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa