Scuola: Petti (direttore Rivista Lasalliana), creare un cammino di formazione per gli insegnanti delle paritarie

Per dare futuro alle scuole cattoliche è urgente “riprendere un cammino per la formazione degli insegnanti, che accomuni tutti i carismi”. Ne è convinto fratel Donato Petti, direttore della Rivista Lasalliana, per il quale serve “un progetto” condiviso. “La scuola cattolica non viaggia da sola, ma insieme alla Chiesa tutta che deve prendere in carico questo progetto”, ha scandito fratel Petti intervenendo al convegno “Liberi di Educare”, promosso dall’ufficio scuola della diocesi di Roma e dalla Rivista Lasalliana, a 300 anni dalla morte di San Giovanni Battista de La Salle, patrono degli educatori cristiani.
“La situazione delle scuole cattoliche oggi è drammatica a causa della crisi vocazionale e di quella economica e molti gestori vivono tutto questo con preoccupazione e spesso con rassegnazione”, ha rilevato fratel Petti che ha invitato a guardare al modello di de La Salle che, ha detto, “è stato un gigante dell’educazione” che ha avuto il coraggio di fare “una riforma educativa in un tempo in cui l’istruzione era appannaggio dei ricchi”. A de La Salle, ha ricordato il direttore della rivista, “si devono l’obbligo di insegnamento in lingua madre e non in latino, la divisione per classi, la fondazione di un gruppo di maestri chiamato ‘fratelli’ perché intesi come fratelli maggiori dei ragazzi, i centri di formazione per gli insegnanti, le scuole domenicali per adulti e gli istituti tecnici-professionali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa