Rai Due: “Sulla Via di Damasco”, nella puntata di domani la storia di don Coluccia, che ha realizzato una comunità di accoglienza nella villa confiscata alla Banda della Magliana

Don Antonio Coluccia, un prete costretto a vivere “blindato” perché ha trasformato una villa confiscata alla Banda della Magliana nella comunità di accoglienza “don Giustino”. Eva Crosetta nella prossima puntata di “Sulla Via di Damasco” di Vito Sidoti, in onda su Rai Due, domani, domenica 7 aprile, alle 8.45, racconterà la storia e l’impegno di questo giovane prete con la passione per la giustizia, che non ha paura delle minacce e prosegue con sempre maggiore convinzione nell’aiuto a chi soffre, nella periferia nord di Roma. Andando al cuore della sua missione umanitaria, sarà presentata anche la testimonianza di Giancarlo, che ha superato la fame e la disperazione grazie alla carità e all’amore di questo luogo di vita e speranza. L’altro protagonista è Fabio, 21 anni, ex tossicodipendente: una vita nel buio, tra carcere e solitudine, poi l’incontro con questa nuova famiglia e la riscoperta della fiducia. La prova che “la legalità è un volto della giustizia sociale” la fornirà Aldo, in chiusura di puntata. Durante gli arresti domiciliari farà la scoperta della fede grazie a un incontro inaspettato nel quale si sentirà dire: “Eppure, tu sei buono”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa