Papa Francesco a Camerino: mons. Massara (arcivescovo), “verserà l’olio della consolazione su una Chiesa che vive un momento di stanchezza e difficoltà dopo il sisma”

Il Papa “verrà come Buon Samaritano a versare l’olio della consolazione e il vino della speranza su una Chiesa che vive un momento di stanchezza e difficoltà dopo le conseguenze del sisma dell’ottobre 2016”. Lo dichiara in una nota l’arcivescovo di Camerino-San Severino Marche, mons. Francesco Massara, annunciando alla diocesi la visita di Papa Francesco nelle zone terremotate, domenica 16 giugno, solennità della Santissima Trinità. Una visita che il presule presenta come un’occasione per “irrobustirci nella fede, per incoraggiarci a ricostruire non solo le case ma anche i cuori, esortandoci a non perdere la speranza e a continuare a vivere la carità”. Il Papa “verrà per confermarci l’affetto di tutta la Chiesa e per testimoniare a ciascuno la sua vicinanza e il suo sostegno per il cammino che ancora resta da fare nella ricostruzione”. Esprimo al Santo Padre “sentimenti di profonda e commossa gratitudine per questa visita”, l’arcivescovo afferma che “la partecipazione è aperta a tutta la diocesi ed è gratuita: non ci sono biglietti da acquistare”. Infine, l’incoraggiamento di mons. Massara a “intensificare la preghiera al Signore per Papa Francesco, affinché come comunità ecclesiale e civile, possiamo prepararci degnamente all’incontro con la sua persona, cercando di vivere con sobrietà, semplicità e letizia questa gioia straordinaria che il Signore ci ha donato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa