Educazione: card. De Donatis, passaggio strategico più importante della nostra società

“L’educazione dei giovani è il passaggio strategico più importante della nostra società”. Lo ha ribadito il card. Angelo De Donatis, vicario del Papa per la diocesi di Roma, sottolineando che l’educazione “ha in se’ una dimensione di concretezza fatta di dedizione, passione, rispetto, tutela, affrancamento dalle schiavitù e dagli abusi”.
“Occorre amare i bambini e i ragazzi perché possa realizzarsi in pienezza il progetto di libertà dovuto ad ogni creatura”, contro ogni “modalità di scarto che caratterizza l’esistenza di tanti piccoli”, ha scandito il card. De Donatis che ha portato il suo saluto al convegno “Liberi di Educare”, promosso dall’ufficio scuola della diocesi di Roma e dalla Rivista Lasalliana, a 300 anni dalla morte di San Giovanni Battista de La Salle, patrono degli educatori cristiani.
“La passione educativa è stata al centro della vita e dell’opera di de La Salle, un modello della formazione cristiana integrale, che ha fatto la scelta di campo di stare dalla parte dei poveri”, ha osservato il vicario di Roma. “La sua idea educativa – ha rilevato – ha toccato nodi su cui la pedagogia contemporanea continua ad interrogarsi formando spesso risposte parziali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa