Argentina: presentato il programma per la beatificazione dei martiri di La Rioja del 27 aprile

La diocesi di La Rioja ha presentato il programma delle iniziative per la beatificazione dei martiri riojani, prevista per il 27 aprile nella città argentina. Si tratta del vescovo Enrique Angelelli, dei sacerdoti Carlos Murias e Gabriel Longueville e del laico Wenceslao Pedernera, uccisi durante la dittatura, a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, nell’estate 1976. Alla conferenza stampa hanno partecipato, tra gli altri, il vescovo, mons. Dante Braida, e il coordinatore del comitato organizzatore, don Gustavo de la Puente. Il rito di beatificazione si terrà sabato 27 aprile e durante la settimana precedente ci saranno diversi incontri, mostre e attività. In piazza 25 maggio saranno sistemate quattro tende, una per ciascun martire. All’interno ci saranno dei video, egli audio originali, opere d’arte, libri e documenti, per presentare la vita e il messaggio dei quattro martiri, uccisi per la loro testimonianza e libertà negli anni della dittatura militare. Mons. Braida ha messo in luce che la commissione che sta lavorando alla beatificazione è molto composita a si avvale del contributo di uomini di cultura, sindacalisti, attivisti in organizzazioni di ex prigionieri politici, docenti universitari, artisti.

Tra gli appuntamenti che precederanno il rito di beatificazione spiccano il concerto con artisti locali la sera della vigilia, il 26 aprile e la processione del 23 aprile fino al parco cittadino, dove sarà celebrata la messa del 27 aprile. Alcune messe saranno celebrate nei giorni precedenti  in chiese della città in qualche modo legate ai nuovi beati. Per l’occasione è stato composto anche un inno. Nel corso della conferenza stampa è stato rivolto un appello a ospitare i pellegrini che giungeranno nella città dell’Argentina nordoccidentale, mentre sono già tra le 1.500 e le 2.000 le persone che risultano prenotate negli alberghi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa