This content is available in English

Rom: Comece, “mettere in campo un approccio non paternalistico nell’affrontare la loro inclusione”

(Bruxelles) Un invito ai futuri leader dell’Ue “ad adottare per il post 2020 un quadro legislativo Ue per le strategie nazionali di integrazione dei rom e a rilanciare l’impegno delle istituzioni dell’Ue per rafforzare la loro inclusione” arriva dalla Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece) alla vigilia della giornata internazionale per i rom (8 aprile). In una nota diffusa oggi dalla segreteria Comece si torna sulla relazione del 2018 della Commissione riguardo le strategie di inclusione, secondo la quale sono avvenuti “miglioramenti nell’accesso all’istruzione e alla salute, nonché nella lotta contro la povertà” per i rom; non ha fatto progressi il problema degli alloggi, mentre sono da segnalare regressi nell’ambito dell’occupazione e degli atteggiamenti anti-rom. “Rafforzare la fiducia reciproca tra la società e i rom è la chiave per superare l’anti-ziganismo”, sottolinea la Comece, indicando la necessità di “mettere in campo un approccio non paternalistico nell’affrontare l’inclusione dei rom”. “Anziché lavorare per loro”, ha sottolineato il segretario generale p. Olivier Poquillon, “è necessario lavorare insieme alle comunità rom e accompagnarle perché arrivino al pieno coinvolgimento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa