Mcl: seminario a Bruxelles su politiche di inclusione sociale, partecipazione, lotta alla disoccupazione giovanile

Quali sfide attendono l’Europa? Come rilanciare il progetto europeo senza metterne in discussione le fondamenta? Se ne parlerà, anche in vista delle elezioni Ue di maggio, a Bruxelles, dove Mcl, insieme ad Efal, Eza e Fondazione italiana Europa popolare, organizza un seminario internazionale di studi dall’8 al 10 aprile. “Le nuove politiche di inclusione sociale: il dialogo sociale, la partecipazione dei lavoratori e la lotta alla disoccupazione giovanile”: questo il titolo della tre giorni che già racchiude molte delle questioni aperte che caratterizzano i possibili futuri scenari della politica europea. All’iniziativa prenderanno parte rappresentanti del mondo politico, accademico e sindacale provenienti da Italia, Belgio, Francia, Spagna, Germania, Portogallo, Polonia, Austria, Olanda, Bulgaria e Grecia. Tra gli interventi in programma – oltre al saluto del presidente Mcl, Carlo Costalli – Giovanni Maddalena dell’Università del Molise, Francesco Seghezzi, direttore di Adapt Italia, i parlamentari europei Massimiliano Salini, Giovanni La Via e Lorenzo Cesa. Nel corso dei lavori verrà presentato l’appello alle forze politiche in vista delle elezioni europee, lanciato con il manifesto “Sì all’Europa per farla”, documento firmato nel mese di novembre “insieme ad altri esponenti del mondo cattolico per ribadire il nostro sì all’Europa, nella consapevolezza che si deve continuare a farla e farla meglio”, ha detto il presidente Costalli presentando l’iniziativa.
Nella giornata conclusiva dei lavori, mercoledì 10 aprile, è previsto l’intervento del presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa