Diocesi: Frosinone, mons. Spreafico e gli studenti inaugurano un progetto per aumentare il verde cittadino

“Adotta un albero” è il titolo di un progetto promosso dalla diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino per il rimboschimento di un terreno tra via Ferentino e via Tommaso Landolfi. L’iniziativa ha coinvolto i quattro istituti comprensivi di Frosinone, la fondazione “A. Kambo” e gli istituti superiori “L. Angeloni”, “A.G. Bragaglia”, il liceo classico e delle scienze umane e il liceo scientifico. Il vescovo, mons. Ambrogio Spreafico, e gli studenti hanno partecipato alla piantumazione di dodici alberi di diverse specie – acero, leccio, ginkgo biloba, liquidambar, albero del pane – scelte dalla Commissione diocesana per la cura del creato per la loro adattabilità, estetica e possibilità di impiantarli in primavera. L’iniziativa si inserisce in un impegno pluriennale della diocesi di Frosinone come risposta all’appello di Papa Francesco per un’ecologia integrale nella “Laudato si’”. “Viviamo in una terra difficile, colpita ad esempio dall’inquinamento della valle del fiume Sacco – ha affermato mons. Spreafico –. Non basta criticare: dobbiamo prenderci la responsabilità dell’ambiente. Questi alberi sono segno di una terra che non accetta di vivere con la logica di chi inquina e non pensa al futuro dei giovani”. Rivolgendosi ai ragazzi ha aggiunto: “Gli alberi ci dicono che hanno bisogno di tanta acqua: ci sono persone che se ne prenderanno cura ogni giorno. Essi inoltre crescono verso l’alto: non dobbiamo solo guardare il mondo piccolo in cui viviamo, ma il mondo intero”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa