Diocesi: Frosinone, firmata convenzione tra Museo diocesano e Pro Loco di Ferentino per valorizzare l’arte locale

Una collaborazione stabile tra diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino e Pro Loco di Ferentino viene sancita da una convenzione firmata in queste settimane che si pone l’obiettivo di rendere più fruibile il polo culturale diocesano, in un contatto sempre più stretto con il la realtà locale. “Per la diocesi era faticoso garantire un’apertura continuata della struttura – spiega al Sir Paola Apreda, direttrice del Museo diocesano di Ferentino –. Abbiamo fiducia nella Pro Loco, molto attiva sul territorio. Grazie al loro apporto e all’impegno di alcuni loro volontari, verrà garantito un orario di apertura costante nei fine settimana. La direzione tecnica resta in capo alla Curia, che dal punto di vista scientifico rimane responsabile. Vogliamo inoltre far vivere di più il museo nella realtà cittadina, entrando nelle reti di diffusione e comunicazione del territorio comunale”. Il Museo diocesano di Ferentino, che ha sede nell’antico palazzo episcopale in piazza Duomo, conserva due dipinti attribuiti al Cavalier d’Arpino – una Madonna con Sant’Anna e un Sant’Ambrogio – ed è noto per la collezione di oreficeria e paramenti sacri, tra cui una mitria che si ritiene sia appartenuta a Celestino V. È interessato da un lavoro costante di ricerca e restauro e a breve inizierà il recupero di due dipinti con fondi 8xmille della Cei. Grazie alla nuova convenzione, il museo sarà aperto di venerdì dalla 16 alle 19, il sabato e la domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa