Corruzione: Sermig, lunedì 8 aprile Andrea Franzoso, ispiratore della legge sui whistleblower, all’Università del Dialogo

L’onestà come scelta di vita, il coraggio di pagare di persona, di dire no alla corruzione. La storia di Andrea Franzoso parte da qui. Ex funzionario di Ferrovie Nord Milano, nel 2015 denunciò le spese pazze per oltre 400mila euro dell’allora presidente della società, poi condannato. Per quella scelta, Franzoso fu isolato nello stesso ambiente di lavoro e quando gli proposero la risoluzione del contratto se ne andò. Il suo caso ha ispirato la legge sui whistleblower che oggi tutela le persone che hanno il coraggio di denunciare.
Lunedì 8 aprile, a partire dalle 18,45, negli spazi dell’Arsenale della Pace, a Torino, Andrea Franzoso parlerà della sua esperienza nel prossimo appuntamento dell’Università del Dialogo del Sermig sul tema “C’è chi dice no”. Un confronto a tutto campo con giovani e adulti che partirà dal libro intitolato “#disobbediente! Essere onesti è la vera rivoluzione”.
L’Università del Dialogo è lo spazio di formazione permanente del Sermig. Inaugurato il 31 gennaio 2004 in Vaticano alla presenza di Giovanni Paolo II, vuole offrire strumenti di riflessione per affrontare le grandi sfide dell’esistenza nel segno della speranza. Negli ultimi anni, l’Università ha ospitato figure di ogni orientamento, credenti e non credenti, nel campo della cultura e dei media, dell’economia e della politica, della solidarietà e dell’arte. Ad ascoltarli altri adulti e soprattutto, i giovani. L’incontro, ad ingresso libero, sarà trasmesso anche in diretta streaming sul sito www.sermig.org/diretta.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa