This content is available in English

Settimana europea giovani: Eurobarometro, tra le priorità degli under30 clima, istruzione, lotta alla povertà

foto SIR/Marco Calvarese

(Bruxelles) “Per oltre i due terzi dei giovani (67%) la protezione dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici dovrebbero essere la principale priorità dell’azione Ue nei prossimi dieci anni”. È uno dei risultati del sondaggio Eurobarometro pubblicato oggi in apertura della Settimana europea dei giovani. Al secondo e al terzo posto “troviamo il miglioramento dell’istruzione e della formazione, compresa la libera circolazione degli studenti, degli apprendisti e degli alunni (56%) e la lotta contro la povertà e le disuguaglianze economiche e sociali (56%)”. Il 72% dei giovani intervistati dichiara inoltre “di essersi recato alle urne a livello locale, nazionale o europeo dopo aver acquisito il diritto di voto”. Al sondaggio hanno partecipato circa 11mila giovani che nel marzo 2019 avevano tra i 15 e i 30 anni. I partecipanti avranno l’opportunità di discutere questi e altri temi in occasione degli eventi della Settimana europea della gioventù. Nel pomeriggio di oggi il commissario ai giovani Tibor Navracsics presenterà fra l’altro i risultati del Premio Altiero Spinelli 2018 per azioni di sensibilizzazione. “Questa edizione del premio si è concentrata in particolare sui giovani e premierà progetti che migliorano la loro consapevolezza critica dell’Unione europea e la loro motivazione a partecipare ai processi democratici che plasmeranno il futuro dell’Unione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa