Cile: da oggi i vescovi in assemblea, atteso documento per prevenire abusi in ambienti ecclesiali

Inizia oggi la 118ª assemblea plenaria della Conferenza episcopale del Cile (Cech), che proseguirà a Punta de Tralca fino al 3 maggio. Il tema centrale dell’assemblea sarà l’elaborazione di un documento sui corretti comportamenti da mettere in atto per prevenire abusi in ambienti ecclesiali, sia da parte di consacrati che di laici. Un impegno in questo senso era stato preso nel corso dell’assemblea straordinaria dell’agosto scorso. In vista della riflessione e del lavoro di stesura sono stati invitati a partecipare ai lavori alcuni laici e consacrati provenienti da diverse diocesi del Paese.
I vescovi faranno, inoltre, il punto sul processo di discernimento sul rinnovamento della Chiesa cilena, che a partire dal mese di maggio vivrà un’importante fase a livello diocesano, e, come d’abitudine, dialogheranno sulla situazione politica e sociale del Paese.
È possibile, a questo proposito, che i vescovi si pronuncino, come già avvenuto a livello individuale, su due progetti di legge che suscitano dibattito nel Paese: quello che introduce il suicidio assistito e quello che prevede l’obbligo per i sacerdoti di denunciare casi di abuso anche se conosciuti in confessione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa