Attentati Sri Lanka: Vicenza, il 28 aprile momento di preghiera con mons. Pizziol

Si terrà domenica 28 aprile, in piazza Duomo, a Vicenza, un momento di preghiera per le vittime degli attentati in Sri Lanka, organizzato dalla comunità srilankese della città, in collaborazione con l’Ufficio Migrantes della diocesi. All’incontro, a cui parteciperanno il cappellano cattolico della comunità srilankese, don Dinanja Silva, e il monaco buddista di Verona, Rukmale Anurudhdha, interverrà anche il vescovo, mons. Beniamino Pizziol che consegnerà alla comunità skilankese il suo messaggio. “I Srilankesi presenti in diocesi di Vicenza sono circa un migliaio, si caratterizzano per la loro religiosità molto forte, che non mancano di trasmettere ai loro figli”, sottolinea padre Michele de Salvia, direttore dell’Ufficio Migrantes, ricordando che “in varie occasioni a Vicenza, hanno condiviso momenti celebrativi della loro fede e delle tradizioni nazionali insieme tra cattolici e buddisti, segno che la religione non è motivo di divisione tra di loro”. La celebrazione di domenica “è per noi un invito alla pace”, afferma da parte sua Roshan Wanna, rappresentante della comunità cattolica srilankese. “Noi – spiega – non siamo contro i musulmani e vogliamo che il nostro popolo continui a vivere nella pace che abbiamo raggiunto dieci anni fa dopo circa 30 anni di conflitto. Vogliamo pregare per le vittime e perché si continui a vivere in armonia con tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa