Warning: Redis::connect(): connect() failed: Connection refused in /var/www/html/wordpress/wp-content/plugins/wp-redis/object-cache.php on line 1105
Settimana santa: mons. Antonazzo (Sora) a dipendenti Tribunale, "Gesù non scansa la giustizia umana, ma la supera con la misericordia" | AgenSIR

Settimana santa: mons. Antonazzo (Sora) a dipendenti Tribunale, “Gesù non scansa la giustizia umana, ma la supera con la misericordia”

“Quando parliamo della Passione di Gesù parliamo di due processi: uno è il processo a Gesù presso un tribunale umano, e uno è il processo di Gesù, quello della Croce”: lo ha affermato il vescovo di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, mons. Gerardo Antonazzo, che ha incontrato i dipendenti del Tribunale di Cassino (Fr) celebrando una messa in occasione della Pasqua nell’aula della Corte d’assise. Quello davanti a Pilato “è un processo-farsa che porterà alla condanna di un innocente per una serie di meccanismi perversi”. Sulla Croce, invece, “l’Aula è il Calvario e al centro è il Crocifisso, l’Innocente che diventa Giudice, che esercita il suo giudizio cercando a tutti i costi di salvare tutti”. Usando la metafora del processo per parlare di Pasqua a magistrati, avvocati, dipendenti amministrativi, il vescovo ha sottolineato che “Gesù non scansa il tribunale umano, non evita la giustizia umana ma la supera e ci consegna un insegnamento straordinario che Papa Francesco sintetizza così: solo così la giustizia può trionfare pienamente, perché se il colpevole riconosce il male e smette di farlo, ecco che il male non c’è più e colui che era ingiusto impara ad essere giusto, perché perdonato e aiutato a ritrovare la via del bene”. Bisogna dunque “credere nell’Innocente Crocifisso, giudice di misericordia che fino all’ultimo istante ci offre l’opportunità di scegliere il destino di salvezza della nostra esistenza, una nuova vita. Ed è proprio questo il senso della Pasqua, iniziare una vita nuova”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori