Diocesi: Parma, parte la campagna “Liberiamo San Francesco del Prato”. Visita del card. Ravasi il 29 settembre

Foto SIR

(da Parma) La prima di un’opera lirica, visite guidate, cofanetti regalo con pezzi di grate carcerarie. Sono alcuni degli eventi di “Liberiamo San Francesco del Prato” – sul sito sanfrancescodelprato.it tutte le info -, la raccolta fondi per l’intervento di restauro e la riconsegna, si spera entro dicembre 2020, ai Frati Minori Conventuali della chiesa francescana edificata 800 anni fa, che dall’epoca napolenica al 1992 fu utilizzata come carcere. La campagna è stata presentata giovedì 11 aprile con una suggestiva conferenza all’interno del cantiere dell’edificio, avviato il 3 settembre 2018. L’operazione è promossa e coordinata dal Comitato per San Francesco del Prato, di cui fanno parte – tra gli altri – la Diocesi di Parma, la Provincia Padovana dei Frati Minori Conventuali, l’Università degli Studi di Parma, la Provincia di Parma, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti. “Luisa Miller” sarà messa in scena nell’ambito del Festival Verdi il 28 settembre 2019, mentre il giorno successivo è prevista la visita del card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio per la cultura, il 29 settembre. Inoltre da metà estate, solo nei fine settimana, fino alla fine dei lavori sarà possibile partecipare a visite guidate con la possibilità di salire in quota.
Infine sono stati creati confanetti contenenti ognuno una sezione delle grate carcerarie numerati e altre cose che saranno consegnati a chi farà donazioni online.
La raccolta fondi ha raggiunto quota 3,5 milioni di euro con l’intervento di Fondazione Cariparma (per 2 milioni), del gruppo bancario Crédit Agricole Italia, Famiglia Chiesi, Barilla e Faac e altri.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia