Caso Cucchi: la sorella Ilaria, “viviamo un momento di ricucitura fra le istituzioni e il cittadino”

“Le parole del generale Nistri mi hanno scaldato il cuore. Per 6 anni siamo stati completamente soli, noi e il nostro avvocato. Oggi, invece, il comandante dei Carabinieri non solo ci manifesta solidarietà e vicinanza ma paventa la possibilità di una costituzione di parte civile dell’Arma nell’eventuale processo sui depistaggi. Quando ho letto le sue parole ho pensato ai tantissimi carabinieri che ogni giorno sono in strada a svolgere il loro lavoro con enorme impegno e dignità, nell’interesse di noi tutti. Stiamo vivendo un momento di ricucitura fra le istituzioni e il cittadino”. Così Ilaria Cucchi al quotidiano digitale In Terris, fondato da don Aldo Buonaiuto. “A chi vorrebbe farmi passare per il partito anti-Polizia – ha aggiunto la Cucchi – rispondo che le Forze dell’ordine sono rappresentate anche da persone come generale Nistri, il quale mi ha ringraziato per non aver mai generalizzato. Per me Polizia e Carabinieri sono formati per la maggior parte da brave persone”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia