Leone XIII: Carpineto Romano, domani un convegno sulla sua influenza su don Sturzo. Al Progetto Policoro il Premio “Rerum Novarum”

Si svolge domani, giovedì 11 aprile, a Carpineto Romano (Rm), nell’auditorium Leone XIII, la seconda edizione di un convegno nazionale sul Papa della Rerum Novarum nel suo paese natale. L’evento è promosso dalla Conferenza episcopale del Lazio attraverso la Commissione di pastorale sociale insieme alla diocesi di Anagni-Alatri, con il contributo dei comuni di Carpineto e Anagni e del Credito cooperativo BancAnagni. “L’influenza del magistero di Leone XIII sull’azione di don Luigi Sturzo” è il tema dell’incontro, con interventi di mons. Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale ed esperto del pensiero di Sturzo, e dello storico Ernesto Preziosi. “Il convegno è frutto di un progetto sperimentale nato per valorizzare la figura di un Pontefice importante per l’impegno dei cattolici in politica ma spesso sottovalutato – riferisce al Sir Claudio Gessi, direttore della Commissione regionale per la pastorale sociale –. L’anno scorso abbiamo avuto tra i relatori il card. Gualtiero Bassetti. Ora, nel centenario dall’appello ai liberi e forti, vediamo come il pensiero del Papa abbia inciso su formazione e azione di don Sturzo, che è stato un europeista molto prima del Manifesto di Ventotene. L’anno prossimo vorremmo coinvolgere la Regione Lazio per rendere stabile l’evento, convinti che Leone XIII rappresenti una ricchezza per tutta la regione.”. Durante il convegno viene, inoltre, assegnato il “Premio Rerum Novarum” a realtà che si sono distinte nella concretizzazione della pastorale sociale: quest’anno va al Progetto Policoro della Cei.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia