Sicurezza scuole: Roma, Save the Children e Cittadinanza attiva presentano il 2 aprile un manifesto per una proposta di legge

A 10 anni dal terremoto che ha colpito L’Aquila e i quasi 60 comuni del cratere, il prossimo 2 aprile Save the Children e Cittadinanzattiva presenteranno a Roma un manifesto per una proposta di legge sulla sicurezza scolastica che garantisca piena tutela a studenti, insegnanti e personale non docente. Ad ospitare l’evento, intitolato “Scuole sicure per tutti: serve una legge!”, la sala stampa della Camera dei deputati (Via della Missione 4 – ore 10). “Sono 4 milioni e mezzo gli studenti tra i 6 e i 16 anni residenti in province situate, in tutto o in parte, in aree a pericolosità sismica alta e medio-alta. Per loro, come per tutti i bambini e gli adolescenti della stessa età, andare a scuola è un diritto e un obbligo”, spiegano le due organizzazioni. Obiettivo dell’iniziativa, “che venga depositata e discussa in Parlamento una proposta di legge che superi l’attuale frammentazione normativa e garantisca a studenti, personale docente e non docente spazi sicuri e protetti dove poter apprendere o lavorare senza rischiare la propria vita”. All’evento interverranno Antonio Gaudioso, segretario generale Cittadinanzattiva; Raffaela Milano, direttrice programmi Italia-Europa Save the Children; Antonio Morelli, presidente Comitato vittime della scuola di San Giuliano di Puglia; Cinzia Caggiano, la mamma di Vito Scafidi, che porteranno le loro testimonianze e il loro contributo sull’argomento. Il saluto iniziale sarà di Luigi Gallo, presidente Commissione cultura, scienza e istruzione della Camera dei deputati al quale si affiancheranno parlamentari dei diversi schieramenti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo