Salute mentale: Uneba, convegno su psichiatria riabilitativa e prospettive future il 4 e 5 aprile a Lucca

“Psichiatria riabilitativa: una rete per il futuro” è il tema del convegno che Uneba – associazione di categoria del settore sociosanitario con 900 enti associati in tutta Italia – organizza il 4 e 5 aprile a Lucca, insieme alla Scuola superiore di scienze dell’educazione San Giovanni Bosco, alla Scuola di psicoterapia integrata di Massa, diretta da Vittorio Cigoli, e al Real Collegio di Lucca, che ospita i lavori. L’obiettivo, spiegano gli organizzatori, è stimolare enti, istituzioni, associazioni “a costruire insieme reti di interventi sempre più orientati alla prevenzione, all’inclusione educativa e ad una più appropriata riabilitazione”, ed “a riprogettare e riprogrammare reti di iniziative culturali, scientifiche, professionali e formative che, dopo quarant’anni, contribuiscano ad animare e tenere vivo lo spirito sociale della legge Basaglia, e contribuire a renderne effettivi i principi”. Si punta ad approfondire l’appropriatezza degli attuali modelli d’intervento istituzionali in ambito psichiatrico e a valutarne le possibili evoluzioni. Il convegno si apre giovedì 4 aprile alle 14.30 al Real Collegio in piazza del Collegio 13 a Lucca. Dopo i saluti istituzionali – tra cui quelli del presidente nazionale di Uneba, Franco Massi, di Alessandro Tambellini, sindaco di Lucca, e di Luca Menesini, presidente della Provincia di Lucca – sessione plenaria su “Storia e scenari di sviluppo dei servizi territoriali di prevenzione e di riabilitazione psichiatrica con cure sostenibili per le famiglie e le istituzioni”. Previsti, tra gli altri, gli interventi dell’assessore al welfare della Regione Toscana, Stefania Saccardi, e di don Massimo Angelelli, direttore dell’Ufficio nazionale pastorale della salute della Cei.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo