Papa Francesco: intenzione di preghiera di dicembre, “l’avvenire dei bambini sia una priorità”

“Ogni bambino emarginato, ogni bambino maltrattato, ogni bambino abbandonato, ogni bambino senza scuola, senza cure mediche, è un grido che sale a Dio”. Inizia così il messaggio che il Papa affida all’umanità dei credenti per il mese che ci porta alla festa del Natale, alla festa della nascita di Gesù bambino. Quel bambino nato nella mangiatoia di Betlemme è l’immagine di milioni di piccoli del mondo di oggi, loro devono essere al centro dell’attenzione. “In ciascuno di loro – afferma il Papa, nel videomessaggio diffuso dalla Rete mondiale di preghiera – c’è Cristo venuto nel nostro mondo come un bambino indifeso. È Cristo – ribadisce Francesco – che ci sta guardando in ciascuno di quei bambini”.
“Preghiamo perché ogni Paese – è dunque l’intenzione del mese appena iniziato – decida di prendere misure necessarie per fare dell’avvenire dei bambini una priorità, soprattutto l’avvenire dei bambini che oggi stanno soffrendo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori