Solidarietà: Caritas, un piatto sospeso via app per un pasto a domicilio a chi ne ha più bisogno

Fino al 15 dicembre a Milano, Torino, Roma e, per la prima volta, a Napoli sarà possibile aggiungere al proprio ordine su Just Eat un “piatto sospeso”. I piatti saranno moltiplicati da Just Eat e donati a comunità e case famiglia delle Caritas nelle varie città. L’iniziativa è organizzata per donare ai più bisogni pranzi e cene di Natale grazie alla possibilità per i consumatori delle città coinvolte. I piatti sospesi saranno consegnati nelle giornate del 17, 18 e 19 dicembre, in concomitanza con la Giornata internazionale della solidarietà umana che cade il 20 di dicembre, a comunità, case accoglienza e centri dedicati selezionate dalle Caritas locali. In sostanza, dal menù di oltre 50 ristoranti partner a Milano Torino, Roma e per la prima volta anche Napoli, è possibile aggiungere al proprio ordine un “Piatto sospeso” del valore di 3 o 5 euro scegliendo tra riso, pasta, pollo, hamburger, panini e tante altre specialità. I piatti non verranno consegnati insieme all’ordine del cliente ma lasciati appunto “in sospeso” e raddoppiati da Just Eat al termine dell’operazione. Il totale dei piatti raccolti sarà consegnato e donato a ospiti e persone di centri accoglienza, mense e comunità individuate da Caritas Ambrosiana, Caritas diocesana Torino, Caritas di Roma e Caritas di Napoli, grazie anche alla collaborazione dei ristoranti e dei partner di logistica per le consegne nelle diverse città.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa