Dialogo: verso la “solidarietà interreligiosa” nei confronti di una “umanità ferita”

“Un primo passo verso un’ulteriore riflessione che necessariamente include la partecipazione di esperti delle altre tradizioni religiose”. Così il Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, in una nota, definisce l’incontro che si è svolto ieri tra il citato Dicastero pontificio e l’Ufficio per il dialogo interreligioso e la cooperazione del Consiglio mondiale delle Chiese, finalizzato ad iniziare la preparazione del progetto congiunto “Serving a Wounded Humanity: Towards Interreligious Solidarity”. All’incontro, si legge nel comunicato, sono invitati esperti e professionisti cattolici e protestanti, oltre a rappresentanti di alcuni Dicasteri della Santa Sede, delle Università pontificie, del corpo diplomatico, delle organizzazioni caritative religiose e cristiane. I due organismi promotori, si ricorda nella nota, hanno “una lunga tradizione di amicizia e collaborazione” e hanno pubblicato documenti su temi come il matrimonio religioso, la preghiera interreligiosa, la religiosità africana, la testimonianza dei cristiani in un mondo multireligioso, l’educazione e la pace. L’ultimo incontro ufficiale risale al 21 maggio, a Ginevra.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa