Diocesi: Casale Monferrato, domani il santuario di Crea ospita per la prima volta una consacrazione femminile e monastica

Il santuario della Madonna di Crea, nella diocesi di Casale Monferrato, ospiterà domani, sabato 30 novembre, per la prima volta nella sua millenaria storia una consacrazione femminile e monastica.
Nel corso della celebrazione eucaristica, presieduta a partire dalle 15 dal vescovo di Casale Monferrato, mons. Gianni Sacchi, suor Daniela Murador, monaca della Comunità domenicana “Maria di Magdala”, emetterà la professione solenne nelle mani della Priora della comunità. La giovane 36enne prima di entrare in monastero si è laureata al Dams, indirizzo arte. All’età di 29 anni la scelta di donarsi al Signore. Dopo l’incontro con la spiritualità domenicana, nel 2012 sr. Murador ha iniziato il percorso di conoscenza e approfondimento del carisma e in modo particolare della dimensione contemplativa, entrando nel monastero di Moncalieri, sede in cui viveva la Comunità prima del trasferimento a crea nel maggio 2018. Dopo un anno di postulato ha indossato l’abito bianco dell’Ordine di san Domenico e ha iniziato i due anni di noviziato che si sono conclusi con la professione temporanea emessa nel 2015 a cui sono seguiti altri quattro anni di formazione, approfondimento e verifica della propria scelta.
“La celebrazione di sabato – come sottolinea il settimanale diocesano ‘La Vita Casalese’ – segnerà l’inizio di un’ulteriore tappa di cammino che la impegnerà per sempre, nella quale sr. Daniela sarà chiamata a fare della sua vita una testimonianza credibile dell’amore di Cristo e del suo Vangelo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa