Ecuador: vescovi, “al Paese servono pace, giustizia ed equità”. Nuovi protocolli su prevenzione abusi

L’esigenza di pace giustizia ed equità; protocolli rigorosi per la prevenzione degli abusi nella Chiesa e per l’accompagnamento delle vittime; un positivo bilancio del recente Sinodo per l’Amazzonia. Sono questi i temi sui quali hanno discusso i vescovi ecuadoriani, nella loro assemblea plenaria che si è conclusa ieri a Riobamba. “ L’Ecuador – si legge nel messaggio diffuso al termine dell’assemblea – attraversa delicati momenti di instabilità politica, sociale ed economica. La forte povertà di cui soffrono molti nostri fratelli e e il necessario dialogo e rispetto tra culture ci spingono ad apprendere una modalità di convivenza basata su pace, giustizia ed equità. Come pastori continueremo ad accompagnare il nostro popolo nella ricerca della pace”.
I vescovi spiegano di aver dedicato gran parte del loro tempo “allo studio e all’approvazione di protocolli per la prevenzione e l’accompagnamento delle vittime di abusi su minori. Le conseguenze fisiche e psicologiche compromettono la santità della nostra vita cristiana e la credibilità come Chiesa”.
Infine, durante l’assemblea cìè stato spazio per una testimonianza e una condivisione sul Sinodo per l’Amazzonia, a partire dall’esperienza di coloro che vi hanno partecipato. “Con loro abbiamo rinnovato il nostro impegno per la cura della casa comune e l’attenzione per i popoli originari”, scrivono i vescovi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori