Unitalsi: Pompei, il 26 ottobre pellegrinaggio nazionale con le reliquie di san Giuseppe Moscati

Si terrà sabato 26 ottobre il pellegrinaggio nazionale dell’Unitalsi al santuario della Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei, giunto alla sua 17ª edizione. Ad accompagnarlo, quest’anno, la presenza della reliquia di san Giuseppe Moscati: la teca verrà esposta all’interno del santuario alla venerazione dei fedeli e dei soci che saranno accolti dall’arcivescovo e prelato di Pompei, mons. Tommaso Caputo. È prevista la presenza di circa 2mila tra volontari, disabili e ammalati provenienti dalle sezioni siciliana, umbra e laziale e dalle sottosezioni campane limitrofe. A guidare il pellegrinaggio nazionale saranno il presidente nazionale dell’Unitalsi, Antonio Diella, il vicepresidente Rocco Palese e il consigliere nazionale Cosimo Cilli. Sabato, alle 9, tutti i soci si riuniranno nel piazzale Giovanni XXIII per accogliere le reliquie di san Giuseppe Moscati e recitare la preghiera che darà inizio al pellegrinaggio. Le reliquie saranno accompagnate in processione dai volontari dell’Unitalsi fino alla piazza Bartolo Longo per fare poi ingresso dalla porta di bronzo ed essere adagiate sul sagrato della basilica, dove alle 10.30 mons. Beniamino De Palma, arcivescovo emerito di Nola, celebrerà la messa e la supplica alla Madonna di Pompei. Alle 14, le reliquie saranno trasferite nella Sala Marianna de Fusco, all’interno del santuario, per la venerazione. Subito dopo, la presentazione dell’ultimo libro di Filippo Anastasi, dal titolo “I misteri di Lourdes”. Nel pomeriggio, il pellegrinaggio proseguirà con la processione eucaristica alle 17 nel piazzale Giovanni XXIII e alle 20 con la tradizionale fiaccolata ispirata alla pace universale. “Pompei, Lourdes e Siracusa – sottolinea Diella – sono luoghi di pellegrinaggio, ma sono soprattutto luoghi dove le famiglie si riuniscono, dove possono trovare una parola di speranza e di luce i tanti fratelli e sorelle che vivono nella sofferenza; ma sono anche allo stesso tempo luoghi dove si può vivere concretamente la gioia di una fraternità accogliente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo