Nicaragua: ieri sciopero generale di 24 ore, in tutto il Paese strade deserte e negozi chiusi

Si è svolto ieri in Nicaragua il terzo sciopero nazionale dall’inizio delle manifestazioni contro il Governo Ortega. La manifestazione, della durata di 24 ore, è stata convocata dall’Alleanza civica, che raggruppa studenti, imprenditori e varie realtà della società civile. La strade deserte di Managua e la chiusura della gran parte delle attività commerciali formali evidenziano, secondo la stampa indipendente, la riuscita della manifestazione. Lo sciopero si è tenuto anche in altre città del Paese, come Matagalpa, Granada, Jinotega. Alcuni funzionari pubblici vicini al Governo hanno stazionato a fianco dei negozi che restavano chiusi e cercato di intimidire i proprietari. Tuttavia, lo sciopero si è svolto senza gravi scontri. Obiettivo dei promotori è mostrare l’appoggio diffuso di cui gode l’opposizione a Ortega. Conseguenza della manifestazione è anche un ingente danno alla produzione economica, destinato a mettere in ulteriore difficoltà il Governo. Secondo un sondaggio dell’organizzazione Etica e Indipendenza, l’81% della popolazione è favorevole a elezioni presidenziali anticipate e l’immagine del presidente appare in picchiata.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia