Scritte Ascoli Piceno: mons. D’Ercole, “unire le energie per il bene di tutti”

(da Ascoli Piceno) Dopo le frasi apparse nei giorni scorsi nei pressi del giardino dell’episcopio di Ascoli Piceno, accanto a quella negativa di attacco alla Conferenza episcopale italiana a seguito della vicenda della nave Diciotti, nuove scritte sono comparse nei pressi della curia esprimendo solidarietà e affetto al vescovo, al Papa, alla Chiesa cattolica e al patrono Sant’Emidio. Mons. Giovanni D’Ercole, si legge in una nota della diocesi, “con la più ferma volontà di spegnere ogni polemica e non fomentare contrapposizioni ha ordinato di cancellare tutto”. Da informazioni più dettagliate che sono pervenute, si può affermare che le controversie sollevate, evidenzia ancora il testo, “sono state del tutto inutili e senza alcun motivo fondato poiché, data la generosa risposta di tantissime diocesi italiane dopo il caso della Diciotti in risposta all’appello istituzionale giunto dal Governo, ad Ascoli arriveranno solo due migranti che saranno accolti dal vescovo D’Ercole in casa sua e a suo totale carico, come già preannunciato”. Il vescovo – che ieri, domenica 2 settembre, ha indetto una Giornata diocesana di preghiera e di solidarietà con e per Papa Francesco – intende inoltre “proseguire la propria attenzione ai poveri e agli ultimi del nostro territorio che non ha mai trascurato, come dimostra la sua costante opera concreta a favore dei terremotati e la recente apertura della casa di accoglienza per padri separati di cui nessuno, finora, si era fatto carico”. Infine un monito costruttivo rivolto all’intera comunità: “Sarebbe bello e utile per la città se invece di alimentare polemiche e contrapposizioni che non tornano utili a nessuno, ci si sforzasse di unire le energie per il bene di tutti. Su questo fronte, della solidarietà, concreto e urgente è veramente l’apporto di tutti perché la crisi di oggi ci chiama a un impegno condiviso e costante”. Un appello, quello espresso da mons. Giovanni D’Ercole, rivolto “in primo luogo ai cristiani” e da estendere “a ogni persona di buona volontà a qualsiasi ideologia o filosofia di vita appartenga” perché “tutti abbiamo bisogno di tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo