Cei: Consiglio permanente, l’Assemblea generale straordinaria di novembre sarà chiamata ad approvare la terza edizione italiana del Messale Romano

Completare la preparazione dell’Assemblea generale straordinaria, in programma a Roma dal 12 al 15 novembre, sul tema “Riscoprire e accogliere il dono della liturgia per la vita della Chiesa. Prospettive e scelte pastorali in occasione della terza edizione italiana del Messale Romano”. È stato questo il  primo compito della sessione autunnale del Consiglio permanente della Cei, che si è concluso ieri a Roma. Nelle intenzioni dei vescovi, si legge nel comunicato finale, la nuova edizione del Messale Romano costituisce “l’opportunità per una formazione capillare, che riconsegni la ricchezza e l’irrevocabilità della riforma liturgica e i suoi punti essenziali: centralità della Parola di Dio, della Pasqua e della stessa assemblea. Ne consegue la necessità di rieducarsi a un’arte celebrativa, non soltanto evitando protagonismi o forme tradizionalistiche, ma promuovendo un’ampia ministerialità: sacerdote, lettore, animatore, cantore… si ritrovano unicamente nell’orizzonte del servizio”. Qualificare in questa direzione la celebrazione, prosegue la nota, “significa aiutare il popolo a intuire la bellezza dell’opera di Dio e a vivere la liturgia come trasfigurazione della propria umanità”. A partire da queste linee, il Consiglio permanente ha convenuto sull’importanza di un testo che accompagni la pubblicazione della terza edizione italiana del Messale Romano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo