Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Maxi incendio nel Pisano, brucia monte Serra. Decreto sicurezza e immigrazione, ok del governo. Migranti, nave Aquarius diretta verso Marsiglia

Maxi incendio nel Pisano: brucia monte Serra. 500 gli sfollati

Continua a bruciare il monte Serra, nel Pisano, e le fiamme si avvicinano pericolosamente all’abitato di Calci. Il sindaco Massimiliano Ghimenti via Facebook ha ordinato agli abitanti di lasciare le case a scopo preventivo, in particolare nella frazione di Montemagno e nelle zone di Torre e San Lorenzo. Un centinaio gli sfollati, che si sono raccolti nella palestra comunale. Impegnati da ore Vigili del fuoco e Protezione civile, alle prese anche con un forte vento che rende difficile l’intervento. Con la luce dell’alba si attendono gli elicotteri e i Canadair, ma se il vento rimane così forte sarà difficile che possano alzarsi in volo. Non si registrano feriti né morti, ma la paura che le fiamme arrivino all’abitato è tanta.

Decreto sicurezza e immigrazione. Ok del governo.  Salvini: “Stop all’asilo ai condannati in primo grado”

Il governo dà il via libera al decreto che unifica i testi su sicurezza e migranti. Soddisfatto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che parla di un “passo in avanti per un’Italia più sicura” e assicura: “Non lediamo nessuno diritto fondamentale: se entri a casa mia e spacci ti accompagno da dove sei arrivato”.  Salvini ha poi annunciato  che entro la fine della legislatura, il governo ha intenzione di chiudere tutti i campi rom. Ma dal presidente della Camera Roberto Fico, durante la trasmissione ‘Presa Diretta’, arriva un monito: “La sicurezza si costruisce tramite la costruzione di altri diritti, come quello all’istruzione, all’acqua pubblica, a vivere in una città sana. Prendere il tema solo dalla parte del bastone significa fare una politica securitaria e non di sicurezza”.

Migranti. Nave Aquarius diretta verso Marsiglia ma Parigi glissa: “serve soluzione europea”

La nave Aquarius sta facendo rotta verso Marsiglia, dove l’ong Sos Méditeerranée che opera sull’imbarcazione, ha chiesto alle autorità francesi di autorizzare “eccezionalmente” lo sbarco dei 58 migranti a bordo. Il direttore delle operazioni di Sos Méditeerranée, Frédéric Penard, in conferenza stampa a Parigi ha spiegato che “il porto di Marsiglia è l’unico possibile da cui si possa ripartire”. Ma il governo francese risponde in modo evasivo: “Cerchiamo una soluzione europea secondo il principio del porto sicuro più vicino”, dicono fonti vicine al premier, Edouard Philippe, citate da BFM-TV.

Russia. Altri 20 giorni di carcere per Navalny  per aver organizzato manifestazioni non autorizzate

L’oppositore russo Alexei Navalny è stato condannato ad altri 20 giorni di reclusione da un tribunale di Mosca per aver organizzato manifestazioni non autorizzate. Lo riportano i media russi. Navalny era stato arrestato stamattina non appena uscito dal carcere dopo aver scontato un’altra condanna a 30 giorni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa