Vescovi Triveneto: riunione Cet, pastorale sul territorio, parrocchie, Caritas e questione migranti

Situazione presente e futura delle comunità parrocchiali, nuove forme di cura pastorale del territorio – unità o collaborazioni pastorali – nella realtà attuale che risente della diminuzione del clero in attività e delle vocazioni insieme alla fatica e, talora, anche della diminuzione dei fedeli laici. Questi i principali temi al centro della riunione dei Vescovi del Nordest presieduta dal patriarca di Venezia e presidente Cet, Francesco Moraglia, a Torreglia (Padova) il 17 e 18 settembre. Nel confronto tra i vescovi è emerso tra l’altro lo smarrimento tra quello che la parrocchia è stata per lungo tempo e ciò che è adesso, la fraternità tra i sacerdoti e nella comunità cristiana, i ministeri dei fedeli laici e la loro collaborazione con i sacerdoti, la necessità di non far mancare mai il primo e secondo annuncio del Vangelo per rispondere alle domande di senso che continuano ad essere nel cuore del popolo di Dio e favorire l’incontro con il Signore. Dopo un lavoro di analisi su organizzazione e attività delle Caritas diocesane e di ascolto della delegazione Caritas Nordest, i vescovi hanno indirizzato alla stessa delegazione una lettera di apprezzamento e incoraggiamento per l’impegno in atto e il proficuo servizio reso, raccomandando, si legge in un comunicato, di “privilegiare sempre la funzione pedagogica e formativa della Caritas” nonché di “curare con attenzione e discernimento i rapporti con tutti i soggetti collegati”. Importante “garantire sempre massima trasparenza e correttezza nell’uso delle risorse provenienti dai fedeli, dall’otto per mille o da altre fonti”. In riferimento alle questioni legate all’immigrazione, i presuli hanno manifestato apprezzamento per quanto le comunità cristiane dei territori hanno fatto e stanno facendo. “Le nostre comunità cristiane – affermano – sono chiamate ad aiutare la nostra società a trovare le forme e le modalità più valide e dignitose per realizzare un’accoglienza ragionevole e umana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa